Voto sull’alimentazione nelle pagelle scolastiche

La proposta del neo presidente dell’Osservatorio regionale della Campania per la Dieta Mediterranea, farà discutere. Vito Amendolara ha infatti proposto di inserire sulle pagelle scolastiche un voto all’alimentazione dell’alunno. Lo scopo di tale voto, è quello di portare lo studente stesso a regolare la propria alimentazione prevenendo alcune tipologie di malattie derivanti proprio, dalla cattiva alimentazione.

L’obbiettivo di Amendolara è quello di rendere gli studenti protagonisti delle scelte riguardanti il cibo consumato, aiutandoli anche tramite dei seminari e incontri da svolgere all’interno delle strutture scolastiche:

È vero, ci vuole una normativa ad hoc, ma sarebbe interessante avviare, in via sperimentale in Campania e perché no in tutta Italia, un’iniziativa del genere per far crescere nei più giovani la necessità di porre un argine alla malattie legate ad una cattiva alimentazione come l’obesità.

Nelle prossime settimane avvierò contatti e promuoverò incontri con tutte le istituzioni interessate per organizzare seminari e riunioni nelle scuole di ogni ordine e grado, in una logica di sintesi e di sinergia, affinché si possano concretizzare occasioni di crescita collettiva.

Da poco, la dieta mediterranea, è stata inserita nei patrimoni “immateriali” dell’umanità, da parte dell’UNESCO. Un valore aggiunto che può contribuire a diffondere i migliori comportamenti a tavola, sia in Italia che all’estero.

Ora occorre lavorare perché, da un lato, si miri a migliorare lo stile alimentare e, dall’altro ci si impegni per innalzare lo stile di vita, la qualità della vita. Si tratta di utilizzare le grandi professionalità che compongono l’Osservatorio per offrire una grande opportunità alla nostra regione di creare condizioni di sviluppo e di miglioramento della qualità della vita.