fbpx

Tachidino, il software che vince la dislessia

L’Istituto scientifico Medea per la riabilitazione delle difficoltà di lettura e scrittura dei bambini con dsa ha messo a punto Tachidino, un software per migliorare le abilità di lettura e di scrittura dei bambini alle prese con la dislessia. Tachidino è un software basato su due principi ben distinti che si rivelano però utili per facilitare ai bimbi affetti da disturbi specifici di apprendimento alcune operazioni.

Tachidino


Il primo, il Balance Model di Dirk Bakker, prevede la stimolazione dell’emicampo visivo destro o sinistro a seconda del tipo di dislessia diagnosticata. Il secondo, è l’allenamento dell’attenzione selettiva visuospaziale in base alla teoria magnocellulare, che collega le difficoltà di lettura a deficit nella percezione del movimento e nella localizzazione degli oggetti nello spazio.

DISLESSIA, IN ITALIA DIAGNOSI TROPPO TARDIVE

Questi due principi, uniti in un solo software, si riveleranno efficaci per aiutare i piccoli con scrittura e lettura. Il tutto con il gioco in sottofondo che stimolerà ancora di più i bambini che saranno chiamati a aiutare Tachidino, l’amico dinosauro, a catturare uno specifico tipo di bon bon colorato che sbuca all’improvviso e percorre traiettorie vivaci e casuali. L’animaletto va ghiotto per un dolcetto in particolare: quando i piccoli catturano il dolcetto giusto di cui è ghiotto Tachidino compare per brevissimo tempo una parola da leggere e da suggerire all’amico Tachidino.

I 5 DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO PIÙ COMUNI

Se il suggerimento è corretto il dinosauro può mangiare il dolcetto e essere felice per questo. Il bambino si allena dunque divertendosi superando, piano piano, le sue difficoltà.