fbpx

Sostenibilità, Italia fanalino di coda

Italia fanalino di coda quando si parla di sostenibilità e, chissà perché, la cosa non sorprende più di tanto. Il Belpaese occupa gli ultimi posti insieme alla Grecia, altro paese fortemente in difficoltà. In vetta alla graduatoria invece ci sono Svezia, Germania e Svizzera, paesi che da sempre investono sulle energie rinnovabili e che oggi sono un passo avanti rispetto a molti altri paesi, Italia compresa.

casa sostenibile

A disegnare il quadro che vede l’Italia agli ultimi posti nella classifica dei paesi sostenibili è lo studio Sustainable Governance Indicators del think tank Bertelsmann Stiftung. Italia dunque nella lista nera per colpa di alcune carenze che lo stesso sondaggio tedesco individua. Carenti politiche per la famiglia, le pensioni, la lotta alla disoccupazione giovanile e la povertà. Niente di nuovo purtroppo per i cittadini italiani che forse, ancora meglio degli studiosi tedeschi che hanno condotto lo studio, conoscono la loro difficile situazione.

AGRICOLTURA SOSTENIBILE, NO ALL’ARATURA PER LA COLTIVAZIONE DEL GRANO

L’Italia non è di verto un paese green e la conseguenza più logica è stazionare agli ultimi della classifica dei paesi sostenibili. Nella top ten rientra anche la Gran Bretagna che, pur non eccellendo in materia di sostenibilità, male non se la cava. Lo studio condotto in Germania sottolinea anche che lungo sarà il processo di ripresa per il Belpaese: i tempi ante-crisi insomma sono lontani con grande dispiacere dei cittadini italiani che comunque già lo sapevano. La disoccupazione, sempre secondo la ricerca, è in leggero calo rispetto al 2014 ma la ripresa è ancora (purtroppo) un miraggio.

Foto | Thinkstock