fbpx

Semi di cocomero: 5 idee per un riciclo creativo e salutare

Cocomero

L’estate è sinonimo di anguria, sapevate che i semi di cocomero si possono mangiare? Non solo alcuni esperti sostengono anche che consumare i semi di cocomero faccia bene alla salute. A esempio, è possibile tostarli e farli diventare veri e propri snack, ma con il vantaggio che sono salutari!

I semi di cocomero sono ricchi di sali minerali, ferro, magnesio, potassio e di vitamine B.

Ecco 5 idee per un riciclo creativo e salutare

Usare i semi per l’orto: dopo aver mangiato un cocomero, il consiglio è quello di conservare i semi per poi successivamente piantarli nell’orto. Riporli su un vassoio e lasciarli essiccare all’aria aperta. Conservarli in un barattolo di vetro oppure in un sacchetto di carta e piantarli nell’orto.

Usare i semi per fare una collana: molti sono appassionati di fai-da-te ed oggi la creatività a portato numerose persone a creare anche gioielli! Per chi volesse costruire una collana in casa, occorre lavare ed asciugare i semi di cocomero, lasciarli essiccare e forare, come di solito si fa con le perline, ed unirle con un filo di nylon.

Usare i semi per creare cuscinetti termici fai-da-te: i cuscinetti termici sono una sorta di borsa dell’acqua calda oppure del ghiaccio. Il consiglio è quello di crearli scegliendo i semi di anguria oltre a quelli di lino o ai noccioli di ciliegia. E’ sufficiente lavarli e farli asciugare.

Semi di cocomero tostati: come anticipato è possibile fare di deliziosi snack con i semi di cocomero tostati. Occorre lasciarli asciugare al sole, tostarli al forno con un pochino di olio e un pochino di sale e riporta su una teglia. In circa 10-15 minuti, con una cottura di 180 gradi, i semini appariranno gustosi e croccanti.

Semi di cocomero per preparare il frullato: per preparare un frullato al cocomero oppure un cocktail si possono utilizzare tranquillamente anche i semi. Mischiando semi e polpa si potrà beneficiare di entrambe le proprietà.