Piccoli passi per creare un orto invernale

orto domestico

Siamo ormai in pieno inverno, temperature rigide e frequenti precipitazioni a volte mettono a rischio le produzioni agricole. Come si può affrontare il freddo inverno?

Come abbiamo avuto modo di vedere esistono anche piante che resistono al rigido inverno. Occorre tenere presente, che vi sono inoltre semplici regole da seguire che permettono di ricavare un buon raccolto anche nei mesi più freddi.

Prima di tutto occorre eliminare tutto ciò che era stato precedentemente piantato: quindi verdure come cavoli e porri oppure pomodori e melanzane.

Togliere le piante dalla dimora ma occorre lasciare nel terreno i residui che garantiranno al terreno stesso la permanenza delle sostanze nutritive.

Occorre prestare molta attenzione nel sistemare l’orto in modo che torni produttivo. Quindi è consigliabile scostare la pacciamatura e l’impianto di irrigazione e far arieggiare il terreno e successivamente concimarlo. Con l’utilizzo di un rastrello si può smuovere lo strato superficiale del terreno per renderlo morbido e pronto per i trapianti da effettuare.

L’uso del concime è utile per donare al terreno le giuste sostanze per renderlo pronto alle nuove piantine.

Successivamente si può iniziare con la semina o i trapianti a seconda delle varietà che si sceglie di coltivare.

È bene ricordare che la pacciamatura si può effettuare con materiale biodegradabile oppure con la metodologia classica. Per la seconda opzione si potrà procedere interrando nuove piantine negli appositi spazi rispettando il giusto sesto d’impianto.