decorazionedecorazione
 
decorazioneIl Perito Agrariodecorazione
 

ilperitoagrario

All’Istituto Tecnico Agrario Paritario “Europa Unita”, si consegue dopo cinque anni di frequenza, il diploma di Perito Tecnico Agrario ad indirizzo generale.

Poiché l’Istituto è “Paritario”, gli esami si conseguono in sede. Questa tipologia di diploma è tra le più complete, poiché offre al diplomato l’opportunità di iscriversi a qual si voglia indirizzo universitario, tra i quali a titolo esemplificativo: Scienze Forestali, Medicina veterinaria, Scienze Geologiche, Scienze Biologiche e Naturali, il Corso di Laurea in Scienze delle produzioni animali, Scienze delle tecniche alimentari, Scienze tropicali e subtropicali, Corso in Etologia, Ecologia ed Enologia, Corso in Architettura del paesaggio…  Anche gli studi umanistici e filologici sono accessibili da chi possiede questo Diploma.

Perito Agrario

Gli Istituti Tecnici Superiori (ITS), rappresentano dei percorsi di alta Tecnologia e formano dei Tecnici Superiori.

Queste scuole di eccellenza, rappresentano un canale formativo parallelo ai percorsi accademici, strutturato secondo le sei  Aree Tecnologiche (di seguito elencate), di interesse strategico che al termine di due anni  e  1.800-2.000 ore di didattica in laboratorio e tirocinio di impresa,  rilascia un Diploma Tecnico superiore con  l’indicazione dell’Area tecnologica e della figura nazionale di riferimento.

Aree Tecnologiche:

  • Efficienza energetica
  • Mobilità sostenibile
  • Nuove tecnologie della vita
  • Nuove tecnologie per il Made in Italy
  • Tecnologie innovative per i beni e le attività Culturali –Turismo
  • Tecnologia dell’informazione e della comunicazione

L’obiettivo, è realizzare percorsi altamente specializzati e  strettamenti  connessi con le imprese che poi hanno interesse ad assorbire quei giovani che hanno contribuito a formare.

Al diploma sono connessi anche dei crediti universitari per incentivare i giovani lavoratori a conseguire al tempo stesso un titolo accademico.

A tutt’oggi, circa tremila ragazzi, hanno creduto a questa nuova prospettiva.

Inoltre è possibile partecipare a concorsi pubblici e privati. Ad esempio, attraverso i bandi pubblici si può far parte del Corpo Forestale dello Stato, a consorzi agrari, vivai specializzati, agriturismi e organi e strutture analoghe. Anche l’Azienda enologica ed industriale, si avvale dell’impiego del Perito Agrario.

Opportunità di lavoro:

La figura del Perito Agrario è un esperto polivalente che spesso esercita come libero professionista come personale tecnico qualificato, assistente tecnico, consulente nel settore agroalimentare, direzione, amministrazione e gestione di aziende agrarie e zootecniche. Generalmente si occupa anche progettazione, direzione e collaudo di opere di miglioramento fondiario ma anche di trasformazione di prodotti agrari. Da non sottovalutare l’aspetto di misura, stima e costruzione di fondi rustici, di costruzioni di aziende agrarie e zootecniche. Il Perito Agrario opera anche nell’ambito della direzione e progettazione di parchi, giardini e aree urbane. Lavori catastali, topografici, cartografici e tipi di frazionamento, inerenti le piccole e medie aziende e relativi al catasto terreni ed al catasto urbano. Valutazione dei danni alle colture, nonché le operazioni di consegna e di riconsegna dei beni rurali e relativi bilanci e liquidazioni e assistenza tecnica ai produttori agricoli singoli ed associati. Da un punto di vista dipendente si colloca all’interno di aziende agricole e industriali. Tra le molte attività descritte si segnalano anche queste opportunità di lavoro:

L’esercizio della libera professione, dopo aver effettuato un periodo di tirocinio ed un esame finale che permette l’iscrizione all’Albo Professionale dei Periti Agrari.

  • Conduzione tecnica di aziende agrarie
  • Tecnico di organizzazioni cooperative consortili.
  • Tecnico presso industrie di prodotti per l’agricoltura.
  • Tecnico presso industrie di trasformazione di prodotti agricoli.
  • Impiego tramite concorso presso i Ministeri delle risorse agricole e forestali, Finanze, Commercio, gli uffici agrari delle Regioni, Province, Comuni, associazioni intercomunali.
  • Insegnamento tecnico pratico negli Istituti Agrari.
  • Inserimento nei programmi sulla qualità e igiene degli alimenti nelle aziende agricole e di trasformazione dei prodotti agricoli HCCP (Hazard Analysis Critical Contro Point)
  • Inserimento nei programmi sulla sicurezza aziendale e sul lavoro (Legge 626)

L’introduzione di moderne linee guida dell’agricoltura europea e mondiale, sono mirate ad ottenere agroecosistemi ecocompatibili ed ecologicamente sostenibili, le impellenti problematiche di salvaguardia delle risorse primarie ambientali, di tutela del territorio e della biodiversità, ed infine la riscoperta del ruolo positivo del settore paesaggistico e della progettazione degli spazi verdi, hanno permesso di aprire nuove ed interessanti prospettive di lavoro libero professionale per il Perito Agrario. . La ricerca di nuove risorse sostenibili costituirà il fronte più avanzato dell’industria nei prossimi anni. Entro il 2030 questo settore fatturerà più di quello automobilistico.

Orto sperimentale - ScuolaPer rispondere alla concorrenza sui mercati internazionali delle produzioni dei paesi tecnologicamente più avanzati, la figura del Perito Agrario risulta essere, ad oggi, una delle più complete per guidare il processo di modernizzazione del settore. Il settore agricolo è in continua espansione e si sta avviando ad essere non più solo un sapere tramandato di generazione in generazione ma si sta aprendo ad una visione più dinamica, data dalle numerose potenzialità offerte da un settore scientifico in evoluzione.

Ci troviamo di fronte a nuovi tipi di colture agro e bio tecnologie all’avanguardia. Il programma che svolgiamo è rivolto a tutti coloro che vogliono trasformare la propria sensibilità e attenzione alle cause ambientali, in una professione raggiungibile dopo aver intrapreso un percorso formativo insolito che consente una formazione completa e dinamica. L’Istituto Europa Unita Paritario si basa su piccole realtà: le classi non sono numerose, affinché ci sia massima attenzione durante le lezione teoriche e pratiche.

L’importanza delle attività pratiche durante il percorso formativo:

Alla figura del Perito Agrario, oggi più di ieri, è richiesta esperienza pratica sul campo. Lo svolgimento dei nostri programmi ministeriali è arricchito anche da prove pratiche nella struttura, fiore all’occhiello, dell’Istituto: il “Mini Parco Didattico” con 6000 mq di terreno, molteplici specie di animali esotici completamente a disposizione dei ragazzi dove nel periodo primaverile vengono svolte lezioni all’aperto per ammirare così le varie tipologie di animali ospitate, studiandone il comportamento. Questo permette di affiancare parallelamente allo studio teorico, delle attività pratiche con cui gli studenti possono formarsi sul campo, entrando in contatto con diverse tipologie di animali anche esotici, allevati nel rispetto del loro habitat e della loro integrità. L’istituto inoltre, comprende l’azienda vitivinicola Casale Mattia di 15 ettari, che offre ai giovani studenti l’opportunità di svolgere esercitazioni pratiche nei vigneti e nelle cantine come meglio esplicitato cliccando l’icona Azienda in Home Page.