decorazionedecorazione
 
decorazioneChi Siamodecorazione
 

L’ Istituto Tecnico Agrario Paritario “EUROPA UNITA”, nasce alla fine degli anni ’70 dall’idea del suo fondatore, il dott. Luigi Ciancaleoni, purtroppo scomparso nel 2008.

Giornalista affermato e corrispondente dal Sud America con l’obiettivo di migliorare i rapporti tra l’Italia e paesi Latinoamericani, “il Professore” era un attento studioso di animali esotici ed etologia, appassionato osservatore di tante specie nel loro habitat.

itaeuropa_13Condusse, per la rete televisiva GBR, la popolare emittente televisiva romana, il programma intitolato “Animale? Come si permette?” accompagnato dalla valletta Fiorella Bettoia. In questo contenitore, tra i primi dedicati alla scienza nella TV privata, erano trattati puntualmente argomenti sul comportamento animale, sull’allevamento di specie cosiddette “difficili” e sui fenomeni d’imprinting che coinvolgevano l’uomo, riconosciuto come appartenente alla stessa specie dall’animale cresciuto. Il Professore parlava per esperienza diretta: i cuccioli di puma e di leone che portava in trasmissione erano stati allevati a casa propria insieme alla sua famiglia.Grazie alla sua competenza e garbata professionalità, conoscenti e collaboratori del professore vollero affidargli i propri figli, suggerendogli di aprire un istituto scolastico sulle discipline affini agli argomenti da lui così tanto conosciuti e amati.

Quello che oggi è l’unico Istituto Tecnico Agrario paritario del centro Italia, è figlio di questa visione, e figura tra le tra le prime scuole Italiane ad avere ottenuto la parità nel 2001.

casale-mattia

Lo svolgimento dei programmi ministeriali è arricchito da condizioni uniche: il fiore all’occhiello della struttura è il “Mini Parco Didattico”, un percorso in cui gli studenti possono formarsi sul campo, entrando in contatto con diverse tipologie di animali esotici, allevati nel rispetto del loro habitat e della loro integrità. L’istituto inoltre nella proprietà comprende l’azienda vitivinicola Casale Mattia di 15 ettari, che offre ai giovani alunni l’opportunità di svolgere esercitazioni pratiche nei vigneti e nelle cantine.