fbpx

Frutta e verdura, quanti sprechi secondo la Fao!

Quanti sprechi per frutta e verdura! Secondo la Fao addirittura il 45% di questi prodotti non verrebbe utilizzato nel modo corretto. Ed è scontato che si tratti di un vero peccato in un mondo dove ancora la fame miete vittime anche e soprattutto tra i piccolissimi.

spreco frutta e verdura

Frutta e verdura nel mirino quando si parla di sprechi alimentari. E la Fao cerca di sensibilizzare chiunque, dal produttore al consumatore, per una maggior presa di coscienza. Buttare cibo infatti produce numerosi svantaggi: non solo si cestinano alimenti che potrebbero rivelarsi utili per sfamare intere popolazioni nel mondo, ma si danneggia anche l’ambiente. Per fare crescere sani frutta e verdura, infatti, gli agricoltori investono una serie di risorse. Si consuma acqua e preziose energie che risultano poi nulle se i frutti della terra vengono poi buttati. E lo spreco non riguarda solo frutta e verdura ovviamente. Secondo la Fao il 30% dei cereali che si producono vengono poi buttati, il 20% della carne e del pesce non vengono utilizzati nel modo corretto.

LE VERDURE PIÙ FACILI DA COLTIVARE NELL’ORTO

Ciò che serve, allora, è una maggiore consapevolezza da parte di tutti. Capire che il cibo non deve essere buttato e che frutta e verdura devono essere trattati con più rispetto è un primo passo. Ancora, serve trasmettere maggiore consapevolezza agli agricoltori, coloro che si occupano dunque della produzione. E, in un secondo momento, l’obiettivo sarebbe quello di migliorare i metodi di refrigerazione, di immagazzinamento e di trasporto, rendendoli più efficienti ed integrati fra loro. Tanto dunque c’è da fare in un mondo dove gli sprechi alimentari sono ancora troppi. La Fao punta i riflettori su un problema che ancora oggi, e mai come oggi, è all’ordine del giorno. Siamo nel 2016 ma nel mondo ancora molte persone muoiono di fame.

Foto | Thinkstock