fbpx

Fragole in vaso? Non è impossibile

Fragole

Coltivare le fragole in un vaso non è un’utopia, anzi è molto semplice. La prima considerazione che dobbiamo fare è se per coltivarle ci conviene partire dalla semina o se interrare le piantine acquistate. L’importante infatti, è fornire loro il giusto substrato così che le vostre piantine vi regaleranno frutti per tutta la stagione!

Per chi è alle prime armi, consigliamo di usare il secondo metodo, acquistabili in qualsiasi vivaio. Bisogna a questo punto fare attenzione con il tipo di varietà da scegliere, poiché le più antiche fruttificano più abbondantemente ma solo per un mese, mentre le più recenti, ibridi, hanno il pregio di fruttificare tutta la stagione. Possiamo inoltre tranquillamente ovviare al problema dell’abbondanza dei frutti, dando loro abbastanza spazio intorno. Riproducendosi per stoloni, questi frutti, una volta che i rametti hanno toccato il terreno, tendono a generare una nuova piantina, ramificando.

Ma vediamo insieme i passaggi per coltivare la nostra bella piantina di fragole.

Dopo aver scelto e comprato le vostre piantine, trovate un vaso abbastanza grande e profondo, senza dover esagerare, in cui posizionarle. Come abbiamo già detto, l’elemento importante è il substrato che deve essere ricco di fosforo e potassio. Quest’ultimo, deve essere quindi composto da un 40% di terriccio universale, un altro 40% di torba e un 20% di perlite o simile. Il ristagno idrico è uno dei principali problemi riscontrabili nella coltivazione delle fragole e questa ottima combinazione vi risulterà ottimale per garantire un buon drenaggio, perché all’interno contiene il necessario nutrimento.

Una volta pronta la combinazione di terriccio, posizionatela nel vaso da voi scelto come definitivo, scavando e creando delle buchette. Svasando le piantine, fate attenzione prima di inserirle, ad aprire bene con la mano l’apparato radicale nella parte inferiore, aiutandole così a riambientarsi ed a farle attecchire con maggiore facilità. Non mettetele troppo in basso e rincalzate bene il colletto, facendo attenzione a non lasciare all’esterno parti delle radici, anzi, se necessario rincalzate ancora leggermente e pressate con cautela.

Per rinforzare le difese e migliorare la qualità del terreno, seminate dei tageti negli spazi liberi. Serviranno a dare una maggiore sicurezza riguardo protezione e nutrizione. Ne bastano alcuni a pochi millimetri di profondità.

Finito il tutto, irrigate. Dovete dare il tempo al terreno di bagnarsi, ed essendo nuovo all’inizio potrebbe risultare un po’ idrorepellente. Dunque, posizionate il vostro vaso non a sud, ma comunque esposto in una zona luminosa, in modo tale che non riceva la luce diretta del sole per troppo tempo. Prendetevi cura delle vostre fragole irrigando ogni qual volta vedrete il terreno asciugarsi. Comprate un prodotto adatto per la concimazione di mese in mese, facendo attenzione che non venga attaccata da malattie o parassiti.