fbpx

Fiori da balcone, una mini guida

Lobelia

Chi non possiede un giardino come fa a coltivare bellissimi fiori? La soluzione c’è ed è assolutamente comoda: coltivare fiori in balcone.

Come accade per gli orti e per i giardini, anche in balcone occorre fare attenzione all’esposizione al sole. Infatti esistono fiori che possono crescere in quello specifico ambito come, ovviamente, esistono specie che non sono adatte ad una estrema esposizione al sole.

Successivamente è bene munirsi di tutti gli strumenti necessari: terriccio, palette, vasi e sottovasi.

Nel caso dei fiori da balcone è bene puntare sulle piante sempreverdi e sulle piante con ricca fioritura che riescono a donare una vera esplosione di colori anche nei mesi invernali.

Alcune piante perfette per i balconi

Gelsomino rampicante: è il rampicante migliore per decorare i balconi. Dona profumatissimi fiori bianchi di grande effetto.

Lobelia: abbellisce i balconi grazie al suo effetto a “cascata”.

Nasturzio: sono fiori che variano dal giallo al rosso,con tutte le varie sfumature.

Primule e violette: hanno colori vivaci. Nel caso delle violette occorre fare attenzione a non lasciarle troppo esposte al sole.

Dalia da terrazzo: è un tipo di fiore che si adatta benissimo sia ai vasi che alle fioriere.

Begonie: molto colorate e durature. In commercio si trova anche la begonia tuberhybrida, che garantisce fiori da giugno a novembre.

Ortensie: sono note per sopravvivere per tutto l’anno, come anche i gerani.

Azalea giapponese: è una “pianta ad alberello” che mette i fiori tra aprile e maggio.

Alcune di queste specie sopravvivono fino al mese di novembre. Ed occorre sottolineare, che con molta attenzione il risultato è davvero molto bello e di grande impatto visivo.