Creare fertilizzanti naturali grazie agli infusi

Rosa

Quanti usi conoscete degli infusi? Le bevande ottenute grazie alle piante officinali sono note per le proprietà benefiche che apportano all’organismo.

Esiste però anche la possibilità di utilizzare quegli stessi infusi per fertilizzare le piantine dell’orto.

Generalmente si usano gli scarti di frutta e verdura che di tanto in tanto vanno spruzzati alla base delle piante con il fine di favorirne la crescita.

Infuso alle alghe

Spesso viene utilizzato nelle zone di mare. Riempire un secchio d’acqua e depositare le alghe coperte con un coperchio per circa due mesi. In questo modo si otterrà un macerato da diluirein acqua e da spruzzare direttamente alla base delle piante.

Infuso alle bucce di verdura

Utilizzare le bucce degli ortaggi appena pelati. Coprire con acqua bollente e lasciare riposare per circa due giorni.

Infuso di ortica

Sempre mediante macerazione è possibile ottenere un composto di ortica ed impiegarlo per le piante dei pomodori.

Infuso al caffè

Versare il caffè avanzato nell’acqua che successivamente verrà impiegata per l’annaffiatura

Infuso di ortaggi

Si ottiene mediante conservazione dell’acqua di cottura delle verdure. Attenzione però, perché l’acqua non deve essere salata.

Infuso di calendula

Molto utile per rendere vigorose le piante dell’orto oppure per quelle coltivate in vaso. Ad esempio, per 250 ml d’acqua bollente sono sufficienti 2 cucchiaini di calendula essiccata. Lasciare riposare per 10-15 minuti e poi procedere all’utilizzo.

Esistono dunque modi per tentare di eliminare del tutto l’utilizzo di fertilizzanti chimici che, ormai è noto, non sono salutari né per l’uomo né per l’ambiente.

distinctions coming from victorian edwardian apparel
christina aguilera weight loss Top 5 Reasons You Don’t Want GG Allin Watching Your Kids

non chat environment
miranda lambert weight lossLebron James Zoom III Shoes To Satisfy Your Need And Every Sport