fbpx

Come diventare perito agrario

Facciamo dunque un po’ di chiarezza spiegando quale strada scegliere per diventare perito agrario. E’ questa una professione entusiasmante per la quale però serve studiare molto. Le competenze professionali di un perito agrario sono tantissime e il percorso deve cominciare fin dalle superiori.

perito agrario

La prima scelta da fare è quella di iscriversi a un Istituto Tecnico Agrario, cioè a una scuola superiore del settore che dura cinque anni e che dona una prima infarinatura, non solo a livello teorico, di questa bellissima professione. Tra le materie di studio,  ci sono agronomia, zootecnia, chimica, economia e topografia, solo per citarne alcune.

LE COMPETENZE TECNICHE DI UN PERITO AGRARIO

Dopo i cinque anni di studio e conseguente diploma preso, l’aspirante perito dovrà seguire un tirocinio biennale presso uno studio di perito agrario dopo il quale potrà iscriversi all’esame di Stato o di abilitazione che, se superato, gli consentirà di effettuare a tutti gli effetti la professione.

DIPLOMA DI PERITO AGRARIO E UNIVERSITÀ PIÙ CONSIGLIATE

L’Istituto Agrario dà anche la possibilità di continuare gli studi iscrivendosi a una delle tante università disponibili che altro non faranno che affinare e approfondire quanto già studiato alla scuola superiore. Scienze tropicali e subtropicali, Biotecnologie agroalimentari, Produzione animale o Produzione vegetale sono solamente alcune delle facoltà che un perito agrario può scegliere per continuare a studiare e specializzarsi sempre di più. Ma la lista è davvero molto lunga e comprende tantissimi corsi di studio, alcuni anche istituiti da poco, pronti a soddisfare le più svariate aspirazioni.

Foto | Thinkstock