Coltura biologica: crescono i consumi

Carote Biologiche

In Italia, stanno progressivamente crescendo le are coltivate con metodi biologici. Secondo i dati del Sistema nazionale d’informazione sull’agricoltura biologica (Sinab) del ministero delle Politiche agricole e diffusi dallo stesso Mipaaf, si è raggiunta quota 1,4 milioni di ettari che si traducono in una crescita superiore al 5,4%.

Parallelamente crescono anche gli operatori coinvolti. Infatti sono circa 55.433 gli operatori certificati, 42.546 dei quali sono aziende agricole e quindi produttori esclusivi. Sempre secondo il Sinab: “A questi si aggiungono6.104 preparatori esclusivi(comprese le aziende che effettuano attività di vendita al dettaglio), 6.524 produttori-preparatori (aziende agricole che svolgono anche attività di trasformazione) e 259 importatori”.

Anche il reparto zootecnico sta dando numerose soddisfazioni, rispetto all’anno passato:

+15% suini;

+14% pollame.

Ismea-Nielsen si è occupata di analizzare i consumi nella distribuzione moderna (supermercati, discount, ipermercati). Da questi dati emerge anche +11% rispetto al 2013. Anche la gamma di oferte sugli scaffali cresce, raggiungendo un +14%.

Maurizio Martina, Ministro delle Politiche Agricole, commenta: “Con oltre 3 miliardi di euro di fatturato, il biologico si conferma un tassello importante nel panorama agroalimentare italiano. Siamo leader in Europa per numero di operatori coinvolti e i primi dati del Sinab dimostrano il grande potenziale di questo settore che vogliamo continuare a sostenere. Una realtà che abbiamo fortemente voluto valorizzare anche all’interno di Expo Milano, con un’area dedicata alla biodiversità che sta riscuotendo un grande successo di visitatori. Fino al 2020 investiremo inoltre con le Regioni più di 1,5 miliardi di euro su questo settore, puntando sull’abbattimento dell’impatto ambientale delle attività agricole e su modelli sostenibili. Tanto stiamo facendo anche sul fronte dei controlli contro il falso bio, spingendo su una maggiore trasparenza e condivisione delle informazioni disponibili”.