Cambiamenti climatici, l’Artico si scioglierà?

Si continua a parlate di surriscaldamento globale e cambiamenti climatici che ormai stanno imperversando. E il grido di allarme riguarda l’Artico che, se continueranno così le cose, è destinato a scomparire.

AGRICOLTURA: UNA APP PER RIDURRE I CAMBIAMENTI CLIMATICI E PESTICIDI

Secondo i matematici dell’università di Exeter esiste una probabilità su tre che al Polo Nord spariscano i ghiacci in estate. Questo rappresenta dunque un problema enorme che non può e non deve essere sottovalutato. Ma il problema è grandissimo ed è legato prevalentemente all’inquinamento, in costante aumento di anno in anno. Il problema riguarda tutto il globo ma l’innalzamento delle temperature inevitabilmente crea seri problemi al Polo Nord. Stando a quanto affermato dai ricercatori, con un aumento di due gradi della temperatura globale, esiste il 39% di probabilità che l’Artico in estate si sciolga.

AGRICOLTURA, COME CAMBIA A CAUSA DEI CAMBIAMENTI CLIMATICI

La situazione potrebbe essere in parte salvata se le temperature saliranno solo di un grado, massimo un grado e mezzo come ci si è augurato nell’ultima conferenza di Parigi, quella nella quale sono state chiamate a raccolta le principali potenze mondiali per riflettere sulle questioni che affliggono il mondo intero. L’inquinamento dunque va fermato e per questo motivo occorre lavorare nella direzione di una maggiore sostenibilità, unico strumento utile per ottenere buoni risultati. Il mondo intero è minacciato dai cambiamenti climatici e la stessa Italia in questi ultimi anni ne sta facendo le spese, con inverni stranamente miti e primavere anticipate che spesso precedono estati oltremodo piovose.

Foto | Thinkstock