fbpx

Budapest dichiara guerra al consumismo

Budapest dichiara guerra al consumismo e si prodiga per una vita molto più sostenibile. Per questo motivo dal 30 agosto la capitale magiara ospiterà la quinta conferenza internazionale dedicata al movimento e alla importanza di seguire determinate regole per una vita più green.

donna fa shopping


Un evento, quello ospitato da Budapest, che chiamerà a raccolta esperti del settore e che sarà una occasione per riflettere tutti insieme su una questione che molto spesso viene sottovalutata. Il consumismo è una realtà più che consolidata ed oggi le persone fanno fatica a rinunciare alle comodità, abituate a comprare tutto quello che passa loro per la testa. Ma la capitale magiara, attraverso la conferenza dedicata al movimento e all’importanza di una vita sostenibile, cerca di porre nuovamente l’accento su ciò che conta davvero.

SOSTENIBILITÀ E BICICLETTA, FRANCIA E SVIZZERA PER UNA VITA PIÙ GREEN

Ecco perché saranno organizzati corsi e workshop specifici per chiamare a raccolta quante più persone possibili nel tentativo di riflettere su una questione che davvero merita di essere approfondita. Vincent Liegey, ricercatore francese tra i coordinatori del progetto, ha affermato:

Quest’anno sarà particolarmente interessante per due ragioni. La prima è che l’Ungheria ha vissuto il violento collasso dell’Unione Sovietica, uno stato centralizzato, implementazione dittatoriale di una buona idea. E dato che anche la decrescita nasce dalla teoria, penso che sia una buona occasione per imparare dagli errori passati e per facilitare il dialogo tra est e ovest. La seconda è che qui non c’è stato lo stesso sviluppo che ha caratterizzato l’Occidente, però ci sono ugualmente molte attività solidali ben funzionanti

Foto | Thinkstock