Broccoli coltivati in casa

broccolo

Il broccolo è un ortaggio saporito e prezioso per l’organismo umano. Solitamente nelle diete viene anche associato a cavoli, verze e cavolfiori.

Come coltivarli in casa

Generalmente si parte dal seme, che va fatto crescere in vaschette alveolari, oppure da piantine facilmente acquistabili.

Il fiore, è la parte commestibile della pianta e varia a seconda della tipologia del broccolo (intensità e colore) ed in commercio ne esistono davvero molte, che variano anche in base alle tempistiche di messa in dimora e raccolto. In generale, si presenta comunque caratterizzata da una struttura compatta.

Per quanto riguarda il clima, il broccolo ha bisogno di un clima temperato e piuttosto caldo, anche se riesce ad adattarsi abbastanza bene anche dove la temperatura è più bassa.

Fare molta attenzione all’annaffiatura, perché per mantenere il terreno in condizioni ottimali occorre annaffiare bene sia in fase di trapianto sia in quella di coltura. È bene procedere anche alla concimazione con letame maturo o con pollina secca che necessariamente devono essere interrati prima della messa a dimora.

In generale i broccoli si dividono in: specie primaverile, estiva ed invernale. Questa distinzione è necessaria perché influenza anche il momento della trapianto: per il broccolo primaverile si consiglia ad inizio autunno, ossia dopo la semina del periodo estivo. Quello estivo, invece, deve essere seminato e trapiantato in primavera, quando le piantine abbiano raggiunto l’altezza di circa 5 centimetri.

Questa rappresenta una piccola guida per tentare di coltivare il broccolo in casa e provare a mangiare un raccolto realizzato in maniera del tutto naturale!

currencyshares brit single pound sterling rapport etf nysearca
christina aguilera weight loss Look Stylish Every Day With Elite Nine West Accessories

optimum prepared meals
snooki weight lossMiss Pop talks creating the BCBG Spring 2015 nail look