fbpx

Ambiente, agricoltura responsabile del 94% delle emissioni in Europa

L’agricoltura è da ritenersi la principale responsabile delle emissioni di ammoniaca in Europa: a rivelarlo è il report dell’inventario annuale delle emissioni dell’Unione europea, recentemente pubblicato dall’Agenzia europea per l’ambiente. Secondo i dati resi pubblici dal report, il 2014 ha fatto registrare aumenti record e tutti negativi. Le emissioni sono state superiori dello 0,2% rispetto al limite del 2010. Numeri che devono fare riflettere dunque, in tema di salvaguardia dell’ambiente e sostenibilità.

agricoltura green


L’Agenzia europea per l’ambiente individua alcuni paesi dove, più che in altri, si è registrata una impennata delle emissioni: si fa riferimento a Finlandia, Germania, Paesi Bassi e Spagna che hanno tutti superato i loro massimali individuali nel 2014.  I limiti di emissione nell’atmosfera per quanto riguarda alcune sostanze specifiche –  ossidi di zolfo, ossidi di azoto, composti organici volatili e ammoniaca – sono stati fissati dal Protocollo di Göteborg alla Convenzione sull’inquinamento atmosferico transfrontaliero a grande distanza. In molti paesi, in particolar modo quelli precedentemente indicati, questi limiti sono stati superati di un bel po’.

AGRICOLTURA, BOOM TRA I GIOVANI: MA NON È TUTTO ROSA E FIORI

Il Protocollo specifica alcuni punti salienti: tre agli impegni di riduzione delle emissioni previsti per i singoli Paesi, il Protocollo specifica anche gli impegni di riduzione per l’Ue-15. E’ l’ammoniaca, comunque, la sostanza inquinante più in aumento. Stando a quanto affermato nel report, infatti, per gli altri –  monossido di carbonio, composti organici volatili e ossidi di azoto – si è registrata una netta diminuzione. Ma l’agricoltura ha l’ambiente e la sua salvaguardia nel mirino, occorre cambiare qualcosa.

Foto | Thinkstock