fbpx

Agricoltura: una App per ridurre i cambiamenti climatici e pesticidi

agricoltura-green-app

Il lavoro dei contadini, da sempre fatto di sudore e passione, da oggi potrebbe diventare più semplice grazie alla creazione di una App, in grado di monitorare la situazione nei campi in tempo reale.

L’idea nasce da una collaborazione tra il Cnr di Torino e l’Università della Pennsylvania che ha dato vita ad un nuovo supporto tecnologico.

L’App promette di individuare le zone delle coltivazioni che hanno bisogno di intervento per contrastare le malattie. Il fine è quello di ridurre e localizzare in poche aree l’utilizzo di pesticidi.

Un ulteriore vantaggio è la possibilità di usare l’applicazione per seguire le modalità di semina dei campi e per rendere le coltivazioni ancora più soddisfacenti.

Attualmente è stato creato solo un prototipo di questa app che racchiude 20 anni di studi e analisi circa le più comuni infezioni dei raccolti e aiuta a prevenire le drammatiche conseguenze dei cambiamenti climatici.

L’Ístituto per la Protezione Sostenibile delle Piante (Ipsp) di Torino, ha effettuato la raccolta di dati utili sulle piante coltivate. Da questi dati nasce il prototipo della app grazie all’intervento ed alla collaborazione degli esperti americani.

Le informazioni raccolte dal team del Cnr di Torino, sono state valutate come uniche nel panorama mondiale e rappresentano un vero e proprio tesoro statistico.

L’applicazione promette di confrontare informazioni che riguardano:

  • condizioni meteorologiche;
  • clima;
  • posizione geografica.

Con altri dati:

  • crescita delle piante;
  • presenza di parassiti;
  • sviluppo di infestazioni spesso mortali per le coltivazioni.

Il corretto confronto  tra questi gruppi di dati consente all’agricoltore di prevedere gli ipotetici attacchi che potrebbero subire le piante e così trovare soluzioni per intervenire in tempo.